Emergenza Coronavirus – Le regole per la zona gialla in Veneto e Friuli Venezia Giulia

Emergenza Coronavirus – Le regole per la zona gialla in Veneto e Friuli Venezia Giulia

A seguito dell’ordinanza del Ministero della Salute del 23 aprile 2021 le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia sono classificate tra i territori in zona gialla da lunedì 26 aprile 2021.
Per le due Regioni si applicano tutte le misure restrittive previste per la zona gialla come dal DPCM 2 Marzo 2021 e le disposizioni imposte per le riaperture delle attività con il nuovo Decreto-legge 22 aprile 2021.

Si riassumono, di seguito, tutte le regole per sapere come comportarsi e quali attività possono rimanere aperte in zona gialla.

TUTTE LE REGOLE DELLA ZONA GIALLA

SPOSTAMENTI

  • Sono consentiti gli spostamenti dalle ore 5:00 alle ore 22:00, tra Regioni o Provincie autonome diverse che sono classificate in zona gialla o bianca, senza la necessità di mostrare l’autocertificazione o la certificazione verde COVID-19 (la quale è necessaria per spostamenti che non rientrano tra i motivi di necessità verso Regioni arancioni o rosse);
  • Fino al 15 giugno è consentito uno spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione.

RISTORAZIONE

Per le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, ristoranti, pub, gelaterie, pasticcerie) sono previste le seguenti disposizioni:

  • Le attività possono essere effettuate con consumo al tavolo ed esclusivamente all’aperto, fra le ore 5:00 e le ore 22:00, per un massimo di quattro persone, salvo che siano tutti conviventi. Il servizio al banco sarà possibile, quindi, se presenti delle strutture che consentano la consumazione all’aperto;
  • Dal 1 giugno 2021 è consentita la ristorazione anche al chiuso, con consumo al tavolo dalle ore 5:00 alle ore 18:00;
  • Resta consentito, come pubblicato nei chiarimenti della Regione Veneto, quanto previsto dal DPCM in merito alle attività di mense e del catering continuativo su base contrattuale, che continuano ad essere consentite anche al chiuso. Si ricorda però la necessità da parte dell’esercente di possedere un contratto stipulato con l’azienda e l’elenco dei dipendenti che fruiscono della mensa;
  • Sempre consentita la possibilità di effettuare il servizio d’asporto con la limitazione fino alle ore 18:00 per le attività con codice ATECO 56.3 prevalente (Bar e altri esercizi simili senza cucina) e la consegna a domicilio, nel rispetto delle misure di sicurezza previste;
  • Rimane consentita anche la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

Si segnalano, inoltre, i chiarimenti pubblicati dalla Regione Veneto in merito alle attività di ristorazione.

PISCINE ALL’APERTO E PALESTRE

Restano momentaneamente chiuse le piscine e le palestre, le quali potranno aprire rispettivamente dal 15 maggio solamente all’aperto e dal 1 giugno, come dal Decreto riaperture, nel rispetto delle misure previste dalle Linee guida specifiche.

SPETTACOLI APERTI AL PUBBLICO

Le attività previste all’interno di sale teatrali, da concerto, cinematografiche, nei live club e in altri locali o spazi all’aperto, potranno svolgersi nel rispetto delle seguenti disposizioni:

  • Le attività suddette dovranno svolgersi con posti a sedere preventivamente assegnati e assicurando la distanza interpersonale di almeno 1 metro;
  • La capienza massima per suddetti locali è individuata nella misura non superiore al 50% rispetto a quella autorizzata e viene limitata a 1000 spettatori per gli spettacoli all’aperto e 500 per quelli in luoghi chiusi, per ogni sala.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Le attività commerciali al dettaglio si svolgono nel rispetto delle misure previste dal DPCM 2 marzo e delle linee guida specifiche.

Nelle giornate festive e prefestive continuano a rimanere chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati, dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture ad essi assimilabili, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

MUSEI E MOSTRE

L’apertura al pubblico di musei e altri istituti e luoghi della cultura e delle mostre è consentito dal lunedì al venerdì a condizione che, in base alle caratteristiche e alle dimensioni dei locali nonché ai flussi di visitatori, siano garantite modalità di fruizione contingentate tali da evitare assembramenti e assicurare la distanza di almeno 1 metro tra le persone.

Il sabato e i giorni festivi il servizio è consentito a condizione che l’ingresso avvenga tramite prenotazione con almeno un giorno d’anticipo.

ATTIVITÀ DELLE STRUTTURE RICETTIVE 

Le attività delle strutture ricettive sono esercitate nel rispetto delle indicazioni contenute nel DPCM 2 marzo e delle Linee guida specifiche.

SERVIZI ALLA PERSONA

Le attività dei servizi alla persona come parrucchieri, barbieri, centri estetici sono consentite e sono esercitate nel rispetto delle indicazioni contenute nel DPCM 2 marzo e delle Linee guida specifiche.

 

Per le attività di fiere, congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento sono previste delle aperture graduali che avverranno con le date già previste dal Decreto Riaperture, disponibile alla nostra news.

È confermata ancora la chiusura delle attività in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, nonché le attività delle sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differenti.

Si ricorda che tutte le attività dovranno essere svolte nel rispetto delle Linee guida per le attività economiche e produttive, le quali sono in fase di aggiornamento.
Rimandiamo al sito del governo con tutte le FAQ relative alle disposizioni in vigore. 

Per conoscere più in dettaglio tutte le misure previste per la tua attività in zona gialla, contattaci: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | tel. 0421 276274