Emergenza coronavirus - Le linee guida settoriali per la ripartenza

Emergenza coronavirus - Le linee guida settoriali per la ripartenza

E’ stato pubblicato ieri il DPCM 17 maggio 2020 che ha concesso la riapertura della maggioranza delle attività economiche, produttive e ricreative a partire da oggi 18 maggio 2020.

Il provvedimento nazionale ha demandato alle Regioni l’applicazione di linee guida e protocolli: tali documenti sono stati condivisi con il coordinamento delle Regioni e sono stati allegati alle specifiche ordinanze.

Le linee guida sopra citate contengono indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività, finalizzati a fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure di prevenzione e contenimento di carattere generale, per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.

Potete scaricare qui le Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive.

Come indicato nelle premesse:

"E' opportuno che le indicazioni operative delle regioni, eventualmente integrate con soluzioni di efficacia superiore, siano adattate ad ogni singola organizzazione, individuando le misure più efficaci in relazione ad ogni singolo contesto locale e le procedure/istruzioni operative per mettere in atto dette misure. Tali procedure/istruzioni operative possono coincidere con procedure/istruzioni operative già adottate, purché opportunamente integrate, così come possono costituire un addendum connesso al contesto emergenziale del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81."

Come deve organizzarsi un’azienda per poter avviare la Fase 2?

Come sopra indicato, le attività produttive che ripartono devono avere messo in atto e documentato azioni concrete per prevenire la diffusione del coronavirus.

In dettaglio, tali documenti devono affrontare le seguenti tematiche:

  • Obblighi formativi ed informativi verso i propri lavoratori
  • Pulizia e sanificazione dei luoghi e delle attrezzature di lavoro
  • Utilizzo dei DPI (mascherine etc…)
  • Procedure verso i fornitori/appaltatori
  • Procedure verso i clienti
  • Gestione di una persona sintomatica in azienda.

Lo studio i2 sicurezza ha predisposto un modello generale delle Misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, che è possibile scaricare dall’area download e compilare in autonomia.

Nel documento sono riportate le indicazioni generali e suggerite le azioni che l’attività deve mettere in atto per poter lavorare garantire la sicurezza di lavoratori e clienti. Inoltre, sono riepilogati tutti i materiali utili (modelli di informative, procedure, depliant, comunicazioni etc...), per ottemperare alle richieste di legge.

Il documento Misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro è da ritenersi una linea guida generale da integrare con le misure aziendali individuate e con le specifiche disposizioni del settore di appartenenza, emanate con i provvedimenti sopra indicati.

Per queste integrazioni settoriali, abbiamo messo in campo dei servizi specifici per supportare i nostri clienti nella Fase-2:

  • Hai bisogno di supporto nella compilazione delle Misure anti-contagio?
  • Hai un’attività commerciale e hai bisogno di sapere quali misure specifiche devi ottemperare per il tuo settore?
  • Le attività turistico-alberghiere e le agenzie come devono prepararsi alla stagione estiva?
  • Ristorazione: quali misure specifiche devono mettere in atto?
  • Le aziende che lavorano nei cantieri come devono integrare POS e PSC? E se si recano a lavorare presso privati?

Se vuoi saperne di più contattaci ai nostri riferimenti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; cell. 0421-276274