Tutela della Privacy - Il parere del Garante sulla nuova informativa di WhatsApp

Tutela della Privacy - Il parere del Garante sulla nuova informativa di WhatsApp

Come si è potuto notare dall’utilizzo di WhatsApp, l’applicazione di messaggistica più diffusa al mondo, è apparso nei giorni scorsi un messaggio con il quale WhatsApp informava i propri utenti di alcuni nuovi aggiornamenti dei termini di servizio dal 8 febbraio 2021.

In particolare, il messaggio riguardava l’informativa sul trattamento dei dati personali, in merito alla condivisione dei dati con altre società del gruppo WhatsApp.

L’informativa, però, ha suscitato un po’ di perplessità tra molti utenti, dichiarandola come poco chiara e illeggibile, tanto che anche il Garante per la protezione dei dati personali si è espresso, ritenendo che:

"non sia possibile, per gli utenti, evincere quali siano le modifiche introdotte, né comprendere chiaramente quali trattamenti di dati saranno concretamente effettuati dal servizio di messaggistica dopo l'8 febbraio".

Questa considerazione ha portato il Garante a chiedere che sia eseguita una valutazione più approfondita da parte dell’Edpb (Comitato europeo per la protezione dei dati), in modo da tutelare dal punto di vista della privacy tutti gli utenti italiani e far rispettare la disciplina sulla protezione dei dati personali.

Anche nella tua azienda si utilizzano i telefoni cellulari? ti senti tutelato e sicuro in termini di privacy?

Lo studio i2Sicurezza offre servizi mirati in materia di privacy, contattaci per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | tel. 0421 276274