Formazione finanziata a sostengo delle cooperative per superare l'emergenza coronavirus

Formazione finanziata a sostengo delle cooperative per superare l'emergenza coronavirus

Con l'avvisto 46 del 14/07/2020 Fon.Coop ha stanziato € 3,5 milioni per la formazione, con lo scopo di far ripartire le imprese compite dall'emergenza coronavirus. Di seguito i punti salienti del bando.

Sono destinatari delle attività formative:

  1. soci lavoratori/lavoratrici di imprese cooperative che prestano la loro attività presso la cooperativa ricevendo una remunerazione (anche non da lavoro dipendente);
  2. dipendenti inclusi apprendisti;
  3. lavoratori in ammortizzatori sociali (FIS, CIGO, CIGS, CIGD, contratti di solidarietà);
  4. lavoratori con contratto di co.co.co. e di co.co.pro. in deroga;

Sono altresì inclusi i lavoratori a tempo determinato con ricorrenza stagionale, anche nel periodo in cui non sono in servizio; si specifica nel caso di questa tipologia di lavoratori come per quelli in ammortizzatori sociali che l’impresa beneficiaria dovrà assicurare la quota di co-finanziamento privato, se dovuta in base al regime di aiuto prescelto.

Caratteristiche dei piani ed entità del finanziamento

Le risorse previste dall'avviso, derivanti da quelle assegnate dall’INPS al Fondo, ammontano a € 3.500.000,00 di cui € 3.000.000,00 (Linea 1) ripartite su base regionale (ad eccezione della Valle d’Aosta e Piemonte) e € 500.000,00 (Linea 2) stanziate a livello nazionale.

L’Avviso premia in sede di valutazione i piani pluriaziendali e l’attivazione di reti di parternariato. Tra i destinatari è valorizzata la partecipazione ai piani dei lavoratori in ammortizzatori sociali e precari, delle lavoratrici, dei giovani, degli immigrati.

Per la redazione delle graduatorie della Linea 1 il Fondo procederà a:

  1. collocare in ordine di punteggio per ogni graduatoria regionale i piani idonei (punteggio pari o superiore alla soglia minima);
  2. in caso di piani con medesimo punteggio i piani saranno collocati in graduatoria in base al punteggio ottenuto con riferimento al macro item “Qualità progettuale” della griglia di valutazione; nel caso persistano punteggi ex aequo si prenderà in considerazione l’ordine di presentazione dei piani (numero di protocollo);
  3. nel caso di residuo di risorse di alcune regioni saranno utilizzate per finanziare prioritariamente il piano che risulti parzialmente finanziabile (almeno per il 50%) dalle risorse di ciascuna graduatoria regionale purché all’interno di macroaree individuate;
  4. nel caso di ulteriori residui di risorse di alcune regioni esse saranno sommate per finanziare i piani non finanziabili dalle altre regioni su lista unica per ordine di punteggio con i criteri indicati al punto 2 all’interno di macroaree individuate.

Scadenza

Il termine ultimo per la validazione è fissato alle ore 13:00 del giorno 09/10/2020.