UTILIZZO DEI DPI: IL DATORE DI LAVORO DEVE IMPORNE L'USO

scaffolding 595607 1920La corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato a seguito del giudizio pronunciato dalla Corte territoriale relativo al caso di un datore di lavoro, inizialmente condannato come responsabile del reato di cui all’art.590, 3° c. per aver omesso, per colpa generica e in specifica violazione dell’art. 56 DPR 164/56, di dotare di parapetto e tavola fermapiede laterale il ponteggio del cantiere di lavoro sul quale, a causa della circostanza, un operaio subì un infortunio.
La Corte di Cassazione ha giudicato il ricorso In Cassazione inammissibile confermando quanto assunto dalla Corte territoriale in ordine alla mancanza, imputabile al datore di lavoro, dei presidi antinfortunistici: il datore di lavoro non doveva consentire che i dipendenti lavorassero in tale situazione di pericolo.
Infatti, il datore di lavoro ha il dovere non solo di mettere a disposizione i DPI (in questo caso le cinture di sicurezza), ma anche di verificare che questi siano effettivamente utilizzati da tutti i lavoratori.