Abolizione definitiva SISTRI ed istituzione del “Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti”

Abolizione definitiva SISTRI ed istituzione del “Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti”

Nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 12.02.2019 è stata pubblicata la Legge 11.02.2019 n. 12 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 14 dicembre 2018 n. 135 (Decreto Semplificazioni)” che è entrata in vigore in data 13 febbraio 2019 e il cui articolo 6 prevede i seguenti punti:

- dal 1° gennaio 2019 è soppresso il SISTRI e di conseguenza non sono dovuti i relativi contributi annuali;

- dal 13 febbraio 2019 è istituito il “Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti” a cui dovranno iscriversi “enti e le imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti, i produttori di rifiuti pericolosi e gli enti e le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale o che operano in qualità di commercianti ed intermediari di rifiuti pericolosi, i Consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché, con riferimento ai rifiuti non pericolosi, i soggetti di cui all'art. 189, comma 3, del D.Lgs. 152/06 (Comuni, o loro consorzi e le comunità montane).

I termini di iscrizione, modalità di funzionamento, adempimenti (anche economici) e le norme sanzionatorie a carico dei soggetti obbligati all'iscrizione al nuovo sistema per la tracciabilità dei rifiuti saranno stabiliti con successivo decreto del Ministero dell'Ambiente:

- dal 1° gennaio 2019 e fino al termine di piena operatività del Registro elettronico nazionale i soggetti garantiscono la tracciabilità dei rifiuti effettuando gli attuali adempimenti (registri di carico/scarico, formulari di trasporto rifiuti denuncia annuale rifiuti MUD), compresa la compilazione e tenuta dei registri di carico/scarico e dei formulari in formato digitale e la trasmissione della quarta copia del formulario di trasporto rifiuti anche mediante PEC, continuando ad applicarsi le relative regole e le sanzioni.

Denuncia annuale rifiuti MUD 2019: variazione modalità di compilazione modulistica e proroga termine di presentazione

Si informa che sulla Gazzetta Ufficiale n. 45 del 22.02.2019 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24.12.2018 “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2019” con il quale è stato approvato il nuovo modello MUD per l'anno 2019 relativo all'anno di riferimento 2018.

L'adozione della nuova modulistica ha comportato lo slittamento del termine per la presentazione della dichiarazione dal 30 aprile 2019 al 22 giugno 2019.

Link al testo della Gazzetta Ufficiale in formato PDF: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2019/02/12/36/sg/pdf